Parole del giorno: il “Romanzo-che-possano-leggere-tutti”.

   Mi piace leggere e mi piace scrivere, ma non so esattamente riguardo a cosa… Direi solo che amo scrivere perché mi piacerebbe che quelle mie righe diventassero, che ne so, un romanzo, un best-seller, di quelli che trovi esposti in alto nelle enormi librerie moderne, sulla mensola dello scaffale dedicato alla classifica dei libri più letti e venduti. (Dicono che nella vita si debba puntare in alto, e quella mensola di quello scaffale si trova proprio in alto, o sbaglio?).

Ecco, sì. Vorrei proprio scrivere il “Romanzo-che-possano-leggere-tutti”: non perché frivolo, vuoto, superficiale, facile o spiccio, e nemmeno per il guadagno. Ma scriverlo solo perché lo potrebbe leggere chiunque, perché qualsiasi persona si ritroverebbe affascinata e rapita da quelle parole scelte e messe in ordine con attenzione. Insomma scrivere un gran romanzo: una storia intrigante, coinvolgente…quelle che, dopo aver letto poche pagine del libro che la custodisce,  vedi una mano avanzare fuori per prendere la tua, te la stringe e ti trascina con sé per accompagnarti in nuovo viaggio.

Alla fine sarebbe come suggerire alle persone altri punti di vista, altre riflessioni, altri luoghi, altri amici, altri nemici. Mettersi accanto al loro orecchio appena accarezzano la copertina del libro, e cominciare a dire sottovoce cose che possano emozionare e far pensare, oppure sussurrare cose che disegnino un leggero sorriso sul viso.

L’argomento del “Romanzo-che-possano-leggere-tutti” è però un tema abbastanza delicato. Siamo tutti diversi anche se comunque qualcosa in comune ce l’abbiamo per forza. Ma cosa? Le esperienze? I pensieri? Il sorriso? I sentimenti? Le lacrime?

Decidere di cosa parlare credo sia sempre impresa ardua: potrei mettermi a scrivere del nulla (è forse quello che sto facendo adesso…?), cominciando con una serie di pensieri complicati ed arzigogolati e frasi ad effetto, con conseguenti sopraccigli alzati dei lettori e perplessità nell’interpretazione di tali congetture. Si rischierebbe poi di sentire coloro che hanno avuto la pazienza di arrivare fino all’ultima pagina, (dicendo di aver capito a fondo il tema del libro), dire con fare intellettuale: “Tratta della solitudine nella quotidianità urbana delle persone nel lavoro artistico che conosce il bambino in fase pre-natale, quando la Terra diventa stretta e l’Uomo non si accontenta, perché in fondo sa che ha e sempre avranno ragione le pantere svizzere, le cui abitudini, si sa, risalgono ai tempi di Napoleone, perché alla fine è l’autore stesso che scrive che canta sempre allo stesso modo e che il satellite è tre metri sopra il cielo.” Ecco, coloro che riassumerebbero un libro con tali parole sarebbero davvero considerati dei matti, altro che intellettuali! Meglio però evitare di soffermarsi ulteriormente e proseguire.

L’impresa quindi sarebbe quella di scrivere il “Romanzo-che-possano-leggere-tutti”, e proprio perché parliamo di “tutti” (ma proprio “tutti”!), il compito comincia ad essere molto difficile. Forse uno che ce l’ha fatta c’è stato… Mi viene in mente un William Shakespeare (uno a caso!): si può dire che tutti conoscano le sue opere e le sue storie, ormai la romantica storia di Romeo e Giulietta la conoscono pure le strade di ogni angolo di mondo! Ecco, forse dovrei ispirarmi a lui allora. Punterò a scrivere come lui, a superarlo, in bravura e creatività! Si! Lo farò! Ne rimarranno tutti strabiliati, ammaliati, affascinati! Ah, che bello! Comincerò immediatamente!

Dunque, potrei cominciare con…

E parlare di…

Quando c’era…

Perché…

Cazzarola, è pur sempre William Shakespeare però. Sono spacciata.

Annunci

Ci tengo a sapere la tua opinione: lascia un commento qui sotto!

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...