Parola del giorno: Naso.

Lo so, credo sia già il secondo post in cui parlo di questo, ma proprio l’altra notte è stato così emozionante che non posso fare a meno di scrivere a riguardo. Ho provato la sensazione di essere consapevole: era come se tutto avesse un senso, tutti i tasselli si fossero inseriti perfettamente nel puzzle, ogni cosa era al suo posto ed io sapevo esattamente che cosa fare e cosa aspettarmi.

E’ successo così, di colpo. Ero in bicicletta, e pedalavo tra le strade illuminate dai lampioni che donavano un’aria ancora più ottocentesca agli edifici. Stavo tornando da una piacevole serata passata con un po’ di amici, protagoniste alcune confidenze, una Corona e risate. Mi trovavo quindi a pedalare sulla mia bici, e cantavo un classico di Nat King Cole, e intanto sorridevo. Cantavo e sorridevo. E’ stato proprio in quel momento, mentre mi guardavo attorno, mentre cantavo, mentre sorridevo, mentre osservavo il cielo punteggiato di stelle, che ho capito. E’ stata come se sulla punta del mio naso si fosse poggiato un puntino luminoso (forse una stella), che immediatamente andava a ricoprire tutto il mio corpo con la sua luce. Pedalavo illuminata dalla consapevolezza. Sorridevo, e cantavo. (La consapevolezza comincia dal naso…)

In quel momento mi sono accorta che sono felice. Che tante cose stanno andando come desideravo che andassero. Sono felice perché mi sono impegnata e ho raggiunto i miei obiettivi. Sono felice perché ho capito che ci sono tante cose nella vita che possono regalarci un sorriso. Gli amici, quelli che “sono pochi ma buoni”, quelli che ci saranno comunque sempre, perché ti conoscono e sanno come sei fatta; la musica che senti mentre sei per strada ma che non riesci a capire da dove provenga; il profumo di caffè che esce dalle finestre degli appartamenti del centro la domenica mattina; persone che sorridono, che si abbracciano, che si aiutano a vicenda; correre in bicicletta e avere il vento che fa volare i tuoi capelli, la brezza che ti accarezza il viso e  che gioca con la tua gonna.  Sono felice perché sono cresciuta, sono più consapevole di come sono fatta, del mio corpo, del mio carattere, dei miei limiti. Sono felice perché riesco ad essere umile e sincera con me stessa. Riesco ad ascoltarmi, a comprendermi fino in fondo.

E quindi, anche il fatto che alle volte (o spesso?) io mi senta sola, in un non-ben-definito modo, è venuto meno, perché in quel momento avevo davvero capito tutto. Non serve essere pieni di amici o avere delle relazioni se non riesci a capirti, ma soprattutto, se non riesci ad essere sincera con te stessa. Se non mi capisco io, vuoi che mi capisca un’altra persona?

Ecco perché tutto era perfetto. Ogni cosa era al suo posto. Avevo davanti a me la soluzione a tutto. E’ stato un momento fantastico. Io, da sola, che pedalavo per le strade di questa meravigliosa Città mentre cantavo un classico di Nat King Cole. E il tempo si era fermato, tutto quanto intorno a me era immobile. Mi veniva da urlare e gridare a tutti la mia felicità. Non riuscivo a tenermi tutto dentro, tutta quell’emozione che mi pervadeva il cuore, la testa, il corpo. Ero un fascio di felicità.

Ero l’unica persona che poteva godersi tutte quelle belle cose, proprio grazie alla consapevolezza di me che in questo ultimo anno ho acquisito. Come ci si sente? Bè, alla grande!

Per vedere quante piccole belle cose ci possono rendere felici,

clicca qui –> Coca Cola Security Cameras

Annunci

4 thoughts on “Parola del giorno: Naso.

  1. beata te che hai degli amici,che hai raggiunto i tuoi obbiettivi che hai trovato la “luce” della serenita’ ,della felicita’.Io non ho degli amici ,(nel vero senso della parola) li ho avuto ,ma purtroppo adesso non ci sono piu’.Amici quelli veri ,quelli che sanno chi sei e che ti vogliono bene solo per come sei.
    Non ho raggiunto i miei obbiettivi ; e non so se mai li raggiungero’.Avevo tanti sogni e speranze per me e per la mia famiglia ma purtroppo con tutta la buona volonta’ mi sa che rimarranno solo sogni.
    Anche per me il mondo intorno si e’ fermato e anche io avrei voglia di gridare,ma un grido di dolore ,di sofferenza che ho dentro da tanto tanto tempo.
    alcune volte penso di essere una cattiva donna,una moglie negativa ma sopprattutto una pessima madre………..desidererei vivere una vita diversa da questa, poter essere felice;prendere i miei figli per mano ed essere circondata da quella luce di cui tu parli e che io molto tempo fa ho conosciuto…..ma ahi me sono stanca di cercare qualcosa che non trovero’ mai piu’…….

  2. Mra Re, le tue parole mi toccano molto. Mi sembra di capire che hai molti anni di esperienza, io purtroppo sono solo alle prime armi. Per adesso la mia filosofia di vita è questa, sono molto positiva nei confronti della vita e del futuro, anche se un po’ di preoccupazione per cosa accadrà c’è sempre. A volte credo che questo mio ottimismo sia una conseguenza della mia giovane età e delle “poche” esperienze che per adesso ho collezionato.
    Ciò che mi viene da dirti, con tutto il mio cuore, è di non mollare mai, anche quando sembra così difficile: a volte la soluzione può essere dietro l’angolo. E non smettere mai di sorridere. Io credo che ci siano sempre dei modi per riuscire ad essere felici. Cerca dentro di te, guardati attorno. E soprattutto non essere negativa né nei confronti di te stessa, né riguardo alla vita. La positività attira le cose positive, non dimenticarlo!

    Un abbraccio!!!

  3. Era da stamattina che volevo rispondere a questo tuo radioso post. Ti capisco (per fortuna!), sono punto sul vivo, più volte ho scritto di una sensazione analoga (che bella notte), che mi ha reso invulnerabile (almeno in quel momomento!) e mi ha reso felice e sereno. È la consapevolezza che come dici tu, avanza sopra ogni cosa e ti rende forte e sensibile, contento per nulla e felice per un sorriso. Sono bei momenti, anche quando hai pochi amici (i miei li conto con una mano) e non hai un soldo bucato. Una cosa solo ti invidio, la bici e la possibilità di girarvi in sella… 
    Per il resto, posso solo dirti che siamo forse tra i pochi fortunati!!
    Buona serata

Ci tengo a sapere la tua opinione: lascia un commento qui sotto!

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...