Chiudi gli occhi, e lascia che il sole ti scaldi la pelle.

Adoro le persone che sanno stare da sole, quelle a cui non serve per forza qualcun’altro per andare in centro, per andare al cinema, per fare una passeggiata. Mi piacciono quelle persone che sanno godersi una tiepida giornata di sole di febbraio al parco: leggono un libro seduti sulla panchina di legno, corrono per le stradine di ghiaia e poi si fermano, come quella ragazza con i capelli rossi. Si appoggia alla staccionata, fa stretching e dopo chiude gli occhi, ed in piedi, lascia che il sole le accarezzi il volto.

Mi piacciono le persone che camminano e sorridono, da sole, senza che la gente attorno a loro ne sappia il motivo. Magari lei ha appena ricevuto una grande notizia, magari lui è riuscito a dire “ti amo”, e lei gli ha detto “anche io”. Vedere persone così, col sorriso stampato in faccia, rende la mia giornata migliore. Mi piacciono anche le persone che fischiettano: è come se avessi una colonna sonora quando le nostre strade si incrociano.

Adoro le persone che riescono a fare tante cose senza dover avere qualcuno accanto. La compagnia degli altri è importante, è vero. Le persone ci fanno bene, ognuna di loro è un’esperienza e quindi ciascuna ci può aiutare a crescere. Ma, ecco, le persone che io davvero ammiro sono proprio quelle che riescono sì a stare con gli altri, ma che sanno anche ritagliarsi degli spazi esclusivamente per sé. Chiudersi un poco nel proprio guscio, ritirarsi dalle attività quotidiane, dimenticarsi del resto del mondo e riuscire a dedicarsi solo a se stessi. Alle volte basta poco, basta anche appoggiarsi alla staccionata nel parco dopo una sessione di corsa, come sta facendo quella ragazza coi capelli rossi. Chiudere gli occhi, e lasciare che il sole scaldi la pelle bianca.

Annunci

3 thoughts on “Chiudi gli occhi, e lascia che il sole ti scaldi la pelle.

  1. Stamattina, dopo una settimana di lavoro e di pioggia, ho preso il mio bel libro e mi sono serenamente incamminato tra la folla assatanata che rincorreva i saldi.
    È bello potersi “staccare” dal mondo e sedersi sul muretto dell’aiuola di una piazza incasinata dal traffico e godere del sole caldo che annuncia la primavera.
    Mi sento un poco la persona che invidi. In grado di uscire per una lunga passeggiata da solo o per andare a prendere un caffè al centro storico. Ma poi bisogna saper mediare anche con gli altri per evitare di restare da soli. Spesso mi sento un pico troppo misantropo, ma poi forse sono solo alcune delle stagioni che attraversiamo nelle nostre vite, e forse solo la capacità di essere consapevoli di ció che si vuole.
    Forse è solo che siamo “macchine complesse” che non necessitano di spiegazioni. Siamo così, in grado di passeggiare in una mattina d’inverno, con la giacca a righe, fischettando come fosse primavera!

Ci tengo a sapere la tua opinione: lascia un commento qui sotto!

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...